ASSOCIAZIONE

ONLUS

I volti dell’Africa 12 Marzo 2016

- Urbania - 12 Marzo 2016 -

Sabato 12 Marzo 2016, ad Urbania, alle ore 16.00 sarà presentata la mostra fotografica “I volti dell’Africa”, presso la sala Volponi in Corso Vittorio Emanuele n°15/17. Seguirà alle ore 17.00 l’inaugurazione, presso la sala Montefeltro in Corso Vittorio Emanuele n°25.

La mostra rimarrà aperta al pubblico da Sabato 12 Marzo fino a Domenica 27 Marzo, dalle ore 17,00 alle ore 19,00. Con possibilità, su richiesta, di aperture mattutine per visite di scuole elementari e medie.

Saranno esposte fotografie scattate durante viaggi in Mali, Etiopia, Senegal, Camerun, Togo, Kenia e Tanzania, donate in beneficenza per aiutare i bambini dell'Africa.

Le fotografie raccolte potranno essere acquistate e il ricavato sarà devoluto alla nostra Associazione per la realizzazione della CASA DEL SORRISO, casa per bambini orfani e/o abbandonati a Mbodiene in Senegal.

 

Il progetto nasce per volontà di Fiorella De Lauretis, Paola Furini, Alba Carpineti e Pierangelo Tomaselli, al fine di trasformare lacrime in sorrisi...

Dal dolore all'incontro: dall'amore all'amore.

Il progetto di tre donne per aiutare i bambini dell'Africa.

Un'iniziativa che ha all'origine una storia di coincidenze ed emozioni, di lacrime che si trasformano in sorrisi e mani tese. Tutto sembra accadere per caso, partendo da un viaggio. Ma il caso ha spesso un suo perché. E il viaggio è nuova conoscenza, scoperta, incontro.

E' il dolore per la perdita di suo padre, di cui era “follemente innamorata, un uomo splendido e che amava molto i bambini” a portare Fiorella De Lauretis, un po' per caso, in Senegal, “per un viaggio nuovo, diverso, che mi alleggerisse l'anima ed allontanasse quella terribile tristezza...”, in cui entra nelle scuole, fornisce materiale, vede “tante cose...”.

E' qui che avviene il primo incontro: Fiorella conosce Alba Carpineti, in un luogo in cui non era previsto che fosse in quel preciso momento. Una donna che la colpisce per il suo dolce sorriso. Solo dopo molto tempo e svariate ricerche scoprirà che Alba si occupa di un orfanatrofio in Senegal a Mbour: torna il tema dei bambini, quei bambini che il papà di Fiorella amava tanto.

Anche l'incontro con Paola Furini avviene per caso, un caso che ha unito due dolori e ne ha tratto forza, una nuova e grande amicizia e tanta voglia di impegnarsi in qualcosa di buono.

Il fluire di energie ed esperienze dà un senso al vuoto, concretezza ad un'idea. Diviene coinvolgimento e richiamo, a cui tanti amici rispondono, donando le immagini raccolte durante i loro viaggi, i volti dell'Africa colti dai loro obiettivi, catturati dalle loro emozioni, da chi ha scelto di guardare con una prospettiva differente.